Ancora demolendi sui binari italiani anche se meno "appariscenti" di altre volte.

Iniziamo dallo scorso 11 settembre, quando una D.445 ha lasciato a San Giuseppe di Cairo una vettura UIC-X e una Medie Distanze.

In composizione, come si vede dal video di Giovanni Caneparo, c'erano anche una Medie Distanze Pilota e una Piano Ribassato sempre Pilota non revampizzata con frontale passante che dovrebbero essere state utilizzate come massa frenata visto che sarebbero in seguito tornate indietro ad Alessandria.

Il giorno dopo è invece partito da Benevento stavolta alla volta di La Spezia una composizione ridotta composta dalla E.656.560 che aveva dietro di sé la D.345.1046 e la D.345.1057.

Anche per queste macchine il destino sembra segnato e dovrebbe essere quello dello smantellamento, anche se qualcuno avanzava l'ipotesi di un trasferimento per conto di Fondazione FS Italiane. Questa notizia non ha trovato però almeno per il momento alcun riscontro, per cui al netto di novità future possiamo considerare i due locomotori demolendi.

Per gli amanti dei numeri entrambe le macchine con motore termico sono state realizzate da Sofer e in circolazione dal 1975, chiudendo dunque verosimilmente la carriera dopo 45 anni. Foto e video, di Gabriele Luongo, ci mostrano la composizione proprio in partenza dalla città sannita.

Per concludere, poi, nella giornata di ieri, un altro Caimano, stavolta la E.655.510 ha trainato da Firenze a Voghera il Carro Soccorso di Iª Categoria 80 83 975 1 505-3 Vsz. Anche per lui dovrebbe trattarsi dell'ultimo viaggio. In questo caso è Giovanni Gardenghi a mostrarci il tutto poco dopo la partenza da Firenze.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi