Oggi, 28 settembre, sarà un giorno speciale a Berlino, molto colorato e anche piuttosto rumoroso. 

Tutto nasce da un "paradosso". In Germania oltre a Deutsche Bahn ci sono altri operatori ferroviari che detengono più del 50% del mercato.

Nonostante questo, essi non hanno parità di trattamento da parte del governo tedesco e sono pronti a richiederlo assieme al sostegno finanziario federale che è stato dato solo alla Deutsche Bahn e a una maggiore pressione politica per realizzare il "trasferimento modale", con più merci su rotaie e meno su strada. 

Negli ultimi giorni, Netzwerk Europäischer Eisenbahnen (NEE / "Rete delle ferrovie europee") e diversi operatori di trasporto merci privati hanno pubblicato dichiarazioni sui loro siti web e sui social media in tal senso. 

NEE rappresenta circa 70 compagnie di trasporto ferroviario private in Germania (l'80-85% del numero complessivo). Insieme organizzano una "protesta su rotaie" facendo circolare per il nodo di Berlino locomotive con livree speciali e, si suppone, facendo rumore sotto lo slogan "Berlino ascolta questo segnale".

Simbolicamente, il treno "di locomotive" arriverà alla stazione centrale di Berlino alle dodici meno cinque, evidenziando quanto sia urgente che il governo federale tedesco prenda una posizione. Sulla fiancata della macchina "slogan" la scritta 100% attivi, 50% di mercato, 0% di aiuti ricevuti per la pandemia da Coronavirus.

Foto Railpool

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.