Proseguono i treni storici nella splendida cornice della Transiberiana d'Italia.

Il mese di settembre si conclude con due ulteriori viaggi, uno il giorno 20 e uno il giorno 27.

Come spesso accade, entrambi i convogli avranno origine al mattino a Sulmona e porteranno i partecipanti a Castel di Sangro, facendo ritorno poi in serata non prima di aver effettuato sosta in molte delle stazioni della tratta.

Sulla bellezza della linea c'è poco da dire, visto che si commenta da sola e non è un caso se vengano a visitarla da mezzo mondo. Approfittando di un post di Visit Abruzzo, vogliamo invece oggi dare qualche numero della tratta.

123 sono gli anni trascorsi dalla sua inaugurazione (18 settembre 1897)
1.268,82 metri di altitudine sono invece quelli sul livello del mare della stazione di Rivisondoli-Pescocostanzo, seconda stazione più alta d'Italia dopo quella del Brennero
130 km sono quelli che dolcemente si insinuano nelle terre di mezzo abruzzesi e molisane imprimendo sul cuore immagini di splendidi paesaggi
23 le fermate comprese tra Sulmona e Isernia
30.000 il numero dei viaggiatori soltanto nel corso del 2019

Per coloro che volessero immergersi in questa meraviglia consigliamo sempre di acquistare i biglietti per tempo. La data del 27 settembre, per essere chiari, è ad esempio già sold out!

Notizie più approfondite sono sempre nel sito web dell'associazione Le Rotaie. Fateci una visita, ne vale la pena!

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia