Ormai più che l'eccezione sono la regola, con la percentuale che si è invertita.

Stiamo parlando delle vetture per treni notturni che vestono la cromia Intercity Notte.

Presentata ufficialmente quasi due anni e mezzo fa, inizialmente ha stentato a sostituire l'XMPR ma negli ultimi mesi ha cominciato sempre più ad imporsi fino a diventare la sola su alcuni convogli.

Sì, perché già da alcune settimane, non sono pochi i treni Intrecity Notte monocolore, che ormai lasciano l'unico vezzo di livrea alla locomotiva, non si sa ancora per quanto.

Con le carrozze a cuccette e letti quasi completate, sono le UIC-Z con posti a sedere ad essere rimaste ancora leggermente indietro, anche se probabilmente le prossime settimane vedranno un cambiamento radicale anche per queste vetture.

Come sempre in questi casi iniziamo a dare... qualche numero.

Tanto le Cuccette Comfort da 160 km/h quanto le Cuccette Comfort da 200 km/h sono a 74 esemplari in nuova livrea, per un totale di 148 carrozze riqualificate.

Numeri decisamente minori, come ovvio, per le Letti, che al momento sarebbero 35, suddivise rispettivamente in 17 MU da 160 km/h, 15 MU da 200 km/h e 3 T3S.

Come dicevamo, ben più indietro le UIC-Z delle quali, però, non si sa quanti esemplari saranno realizzati. Al momento la nostra conta è ferma a 26 unità che hanno perso l'XMPR in favore della cromia blu notte con fascia rossa.

Ad oggi, quindi, girano sulla rete italiana non meno di 209 vetture notte e giorno destinate al servizio notte riqualificate.

Ovviamente, come sempre, questi numeri sono da prendere per quello che sono, considerato che si basano su avvistamenti e segnalazioni.

Quel che è certo è che il regno dell'XMPR, almeno in questo specifico segmento, è davvero al tramonto.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia