Da un po' di tempo non ne parlavamo ma adesso è il caso di tornare a farlo.

Questo perché se le indicazioni che abbiamo ricevuto sono corrette, nella giornata di oggi Italo avrebbe ricevuto un nuovo ETR 675.

Il treno è il numero 13 che a questo punto farebbe parte della seconda commessa.

Il convoglio avrebbe effettuato alcune corse prova tra Milano e Torino dopo aver varcato la soglia del deposito Alstom di Savigliano nella prima mattinata.

I treni attualmente in circolazione, se non andiamo errati, sono 12, quelli della prima fornitura. Ad essi dovrebbero aggiungersi nel corso dei prossimi mesi altri 10 convogli che dovrebbero portare la flotta complessiva a 22.

Con essi, sommandoli ai 25 AGV 575, Italo potrà disporre di 47 treni e quindi allargare le sue rotte, espandendosi, perché no, anche su tratte finora non percorse.

Italo EVO è assemblato in Italia, nei centri di produzione Alstom di Savigliano (CN), Sesto San Giovanni (MI), Bologna e del deposito di Nola (NA), che si occuperà per trent’anni della manutenzione, come già fa per i treni AGV 675.

Il treno è “verde”, costruito con materiali riciclabili ed è progettato secondo criteri di eco-sostenibilità per assicurare ridotte emissioni in atmosfera di CO2. Il sistema di trazione distribuita aumenta l’efficienza e rigenera energia in frenata.

Può viaggiare alla velocità di 250 km/h, è lungo 187 metri, composto di sette carrozze e ospita 472 passeggeri. Il treno è compatibile con le recentissime Specifiche Tecniche di Interoperabilità (TSI) 2014, condizioni e norme comuni stabilite dall’Unione Europea.

L'EVO di Italo fa parte della famiglia Avelia, la gamma di treni ad alta e altissima velocità di Alstom. La famiglia Avelia si basa su quattro prodotti di punta -  il Pendolino, l’Euroduplex, l’AGV e Liberty - che rappresentano la sintesi di trentacinque anni di esperienza e più di 1.050 treni in servizio nel mondo.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia