Interessanti movimenti di materiale storico con la fine del lockdown.

Lo scorso 19 maggio sono state trasferite da Santo Stefano di Magra ad Arquata per successivo inoltro in officina, quattro carrozze Tipo Gran Confort destinate a quanto sembrerebbe al parco storico. La composizione, come visibile nelle foto qui sotto di Mirko Valle ha visto la E.656.001 titolare seguita dalla E.646.158, quindi da carrozze Centoporte e Gran Confort con a chiudere la D.445.1034 per manovra nello scalo di Arquata.

Le Gran Confort movimentate sono le seguenti:

50 83 18-98 531 I-TI
50 83 18-98 534 I-TI
50 83 18-98 548 I-TI
50 83 18-98 176 I-TI

Ancora non è chiaro, qualora fosse confermato il loro salvataggio, quale livrea riceverebbero, se quella a loro più congeniale Grigio Ardesia, Avorio Antico e Rosso Segnale o quella TEE Rosso Bordeaux e Giallo Sabbia.

 

Nel frattempo, nella giornata di ieri, c'è anche stato un avvicendamento di elettrotreni.

Nella tarda serata, a ridosso del tramonto, è infatti sceso a Roma Termini da Pistoia l'ETR 252 "Arlecchino", con un treno che vedeva in testa la E.656.023 coadiuvata dalla D.445.1011 come visibile nelle due foto di Giovanni Gardenghi.

Il convoglio è stato parcheggiato nella Rimessa Presidenziale e al suo posto è stato fatto uscire l'ETR 232 "Polifemo" che ha effettuato il percorso precisamente inverso.

Con la stessa composizione dell'andata, l'elettrotreno a notte fonda ha infatti preso la via della Toscana dove sarà oggetto di importanti interventi manutentivi.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia