Torniamo a parlare ancora una volta di treni insoliti, nella nostra rubrica nella rubrica che si è arricchita, col tempo, di nuove composizioni... improbabili.

Un classico che è chic ma non impegna è sempre quello dei treni che portano demolendi. Se ne vedono tantissimi negli ultimi periodi, con composizioni davvero curiose, visto che non solo sono letteralmente delle "fagiolate" di rotabili diversi, ma che spesso si aggiungono anche vetture in servizio per aumentare la massa frenata che però rendono le composizioni ancora più curiose.

Altro elemento che restituisce la stranezza di questo invii sono le paratie di ferro o di plastica, che vengono attaccate ai vetri dei mezzi in trasferimento, che rendono i convogli ancora più curiosi.

Un caso lo vediamo nel video sottostante dove due vetture da inviare a demolizione con diversi vetri "accecati" sono accompagnate da due scudo. Il transito è in piena notte, come avviene molto spesso per questi convogli che sono solitamente limitati in quanto a velocità e quindi vengono fatti viaggiare nel cuore delle tenebre per non essere d'intralcio agli altri convogli.

I treni insoliti che preferiamo di più sono però quelli che trasportano altri treni. Cambi di assegnazione, trasferimenti, tutti motivi validi per assistere a vere e proprie unioni di mezzi che diversamente non verrebbero mai accoppiati in condizioni normali.

Nel video di seguito, ad esempio, abbiamo una E.401 monocabina che si porta dietro una E.403 a sua volta agganciata ad una UIC-Z Pilota di di prima fornitura, con una composizione "da plastico" che difficilmente rivedremo sui nostri binari.

Non è tuttavia questo il trasferimento più assurdo di sempre, poiché la palma spetta senza dubbio a quello che stiamo per mostrarvi.

Per un concatenarsi di eventi che non accadranno per i prossimi 1000 anni, infatti, la E.656.046 in livrea XMPR si è trovata a trainare una G 2000, la E.402B.135 in livrea Intercity Giorno e due UIC-X Scudo.

Al di là dell'assurdo insieme di mezzi così diversi, degni di nota anche l'accostamento di livree delle Ferrovie dello Stato molto distanti cronologicamente tra loro. Se è trascurabile l'avvicinamento tra XMPR e Intercity Giorno è del tutto unico quello col Rosso Fegato e Grigio Beige delle UIC-X.

Questa livrea è infatti stata adottata per la prima volta nel 1982 ed è effettivamente rimasta su mezzi ancora in servizio regolare solo sulle carrozze scudo. Del tutto insolito, dunque, vederla vicino a quella Intercity Giorno che si è vista per la prima volta nel 2016.

Per fortuna non troppo visibile è un'altra categoria di convogli insoliti, i Treni Soccorso.

Quando li si vede in giro, normalmente, significa che qualcosa è andato storto. Magari non in maniera necessariamente drammatica, ma sicuramente qualche problema c'è stato. Il fascino di questi treni risiede sia nella loro casualità, sia nella loro composizione che li vede spesso trainati da una locomotiva Diesel con a corredo una o più vetture per attrezzi e personale.

Quelli che rimangono sempre curiosi pur nella loro evoluzione, sono poi i trasferimenti di materiale nuovo, impossibilitato a muoversi sulle proprie ruote per mancanza di autorizzazioni.

In passato abbiamo visto trainati gli ETR 400 mentre stavolta vi mostriamo gli ETR 700 con il loro caratteristico frontale mentre venivano spostati per effettuare corse di prova. Anche in questo caso il video a seguire mostra una composizione del tutto particolare e che difficilmente vedremo in futuro, perché i rotabili cambieranno entrambi livrea e soprattutto perché, si spera, non avranno bisogno di soccorso!

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia