La Sicilia è una regione importante per il traffico ferroviario, sulla quale si sta investendo molto per recuperare un gap ormai decennale.

Sebbene in misura ristretta rispetto a quello passeggeri, un ruolo tutt'altro che marginale lo ricopre anche il traffico merci, con servizi come il Bicocca - Modena, il Bicocca - Bari, il Bicocca - Falconara, il Bicocca - Milano o il Pace del Mela - San Zeno-Folzano tanto per dirne alcuni.

A dispetto di ciò, tuttavia, l'isola non dispone di un Deposito Locomotive di Mercitalia ma per la piccola manutenzione ci si appoggia in service al DL della Regionale di Messina.

L'impianto di riferimento per manutenzione per scadenze temporali, media, revisione e via discorrendo è invece Maddaloni-Marcianise da dove spesso vengono trasferite le locomotive che circolano in Sicilia.

Queste due circostanze fanno sì che sull'isola viaggino molto spesso macchine diverse, e che quindi non ci siano rotabili assegnati permanentemente come capita in tutto il resto della nazione, bensì in quello che viene definito sussidio temporaneo.

Unica eccezione alcune unità, principalmente da manovra, che per ragioni pratiche risultano ancora assegnate sull'isola.

Un'altra curiosità deriva inoltre dalla motivazione per la quale una macchina diventa candidata a circolare sulle linee siciliane. Come accennato in apertura di articolo, la rete ferroviaria permette una velocità massima d'impostazione dei merci a 100 km/h, dunque è assolutamente inutile trasferire oltre lo Stretto macchine più veloci.

Per questo motivo la rotazione deriva spesso dalla limitazione di velocità eventualmente assegnata alle locomotive, con una turnazione che fa la gioia degli appassionati che possono immortalare oltre la terra ferma numerose tipologie di macchine.

Foto e video dal canale YouTube Ferrovie Online

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia