La Fiera di Modellismo si Norimberga si apre con il "botto".

Come spesso accade la protagonista è ACME, dinamica azienda milanese che ci ha abituato a "bombe" improvvise.

Quella del 2020 è niente di meno che la E.626. Così, dopo Roco, BigModels/MdF e LE Models, quelle che sono tra le più amate e affascinanti macchine delle Ferrovie dello Stato avranno un'altra derivazione in 1:87.

ACME, nello specifico, ha annunciato la E.626.139 del Deposito di Napoli nello stato di servizio degli anni '50 con avancorpi saldati e fanali con ghiera in bronzo (art. 60570/69570) e la E.626.362 del Deposito di Torino, in questo caso nello stato di servizio degli anni '70, con avancorpi chiodati e fanali di tipo automobilistico (art. 60580/69580).

La ditta ha comunicato che per questa interessante novità i modellisti dovranno attendere pochi mesi, visto che i modelli dovrebbero essere nei negozi intorno a maggio/giugno prossimi.

Un locomotore molto importante e numeroso per le nostre ferrovie vede dunque una nuova derivazione in scala, non resta che attendere per eventuali confronti con quanto visto fino ad oggi dai fermodellisti italiani.

Per ora vi lasciamo con le foto di corredo che promettono molto bene.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia