È stata una stagione magica quella dei treni storici lungo i binari della ferrovia turistica Pedemontana del Friuli. Numeri da record, con oltre 5 mila presenze e il tutto esaurito su quasi tutti i convogli organizzati da maggio a dicembre.

Domenica 8 dicembre l’ultima corsa sarà dedicata ai presepi e ai mercatini di Natale. Uno splendido treno a vapore con eleganti carrozze Centoporte risalenti agli anni’30 percorrerà i 75 km della linea Gemona - Sacile. I biglietti sono esauriti da oltre due mesi, con presenze straniere e da fuori che testimoniano la ricaduta economica che sta producendo sul territorio questo tipo di iniziative. Molto soddisfatti i rappresentanti dei Comuni capofila, Sacile e Gemona del Friuli, Roberta Lot e Andrea Palese, che oltre ai numeri sottolineano l’alto gradimento dei viaggiatori verso le iniziative organizzate.

Il calendario 2019 è stato senza dubbio per qualità e offerta uno dei migliori d’Italia. Il treno storico è diventato un nuovo mezzo per promuovere il Friuli Venezia Giulia e le sue bellezze. Un programma promosso a livello nazionale anche grazie al supporto di importanti partnership come i Borghi più belli d’Italia e le bandiere arancioni del Touring Club italiano.

Si è trattato di un lavoro di squadra che ha impegnato oltre ai due Comuni Capofila, altre 25 Amministrazioni aderenti al progetto, la Regione, Fondazione FS, PromoturismoFVG e gli uffici turistici territoriali, nonché numerose associazioni e Pro Loco.

Domenica la partenza del treno è prevista per le ore 8.35 da Gemona. Da Maniago, con servizio di bus navetta, i viaggiatori raggiungeranno Poffabro, uno dei Borghi più belli d’Italia “Presepe fra i Presepi”: oltre un centinaio di presepi costelleranno le vie, i ballatori, le finestre e i cortili di questo scrigno incastonato sotto le pendici del Monte Raut.

Il viaggio proseguirà poi in treno per Sacile, Giardino della Serenissima, che accoglierà i turisti vestita a festa proponendo numerose iniziative: il “Mercatino di Natale” con le tradizionali casette dedicate all’enogastronomia e all’oggettistica in piazza del Popolo e Corte Palazzo Ragazzoni; “Natale in Contrada”, l’esposizione di articoli natalizi realizzati da abili artigiani, nelle Contrade del Duomo; il mercatino degli hobbysti, in corso Garibaldi.

Due le mostre in programma a ingresso libero: “Lungo i binari della nostra infanzia” la tradizionale mostra di modellismo ferroviario e di giocattoli storici arricchita da una mostra fotografica dedicata all’appassionante mondo dei treni si trova nei locali dell’Ospitale San Gregorio. A Palazzo Ragazzoni, invece, si potranno scoprire modelli e prototipi di proposte di arredo e forniture d’interni elaborati dagli allievi dell’Isis Carniello di Sacile e Brugnera: Creatività & Design. In Piazza del Popolo gli agricoltori sacilesi propongono agli ospiti un'eccellenza del loro lavoro: la Festa della Rosa di Sacile e del radicchio tardivo.

Alle 15.30 ai viaggiatori del treno storico è riservata una esclusiva visita a Palazzo Ragazzoni, residenza nobiliare cinquecentesca con i suoi pregevoli affreschi.

Il ritorno è previsto in serata, partenza da Sacile alle 17.50. Durante il tragitto non mancherà l’intrattenimento musicale e una simpatica sorpresa da parte dello Staff per festeggiare questa straordinaria stagione dando l’arrivederci al 2020.

Foto 1 Comitato Pendolari Alto Friuli

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia