In questi giorni di emergenza sono numerosi i lettori che ci scrivono per avere risposte sulle domande più diverse.

Al fine di accontentare tutti e di chiarire domande che potrebbero venire anche ad altri, utilizziamo questo spazio per offrire alcune risposte, soprattutto ai quesiti più gettonati.

1) Posso andare all'estero? 

Molti treni internazionali se non tutti sono stati sospesi. Come se non bastasse diverse nazioni stanno chiudendo le frontiere e altre probabilmente lo faranno a breve. Inutile dire che poi, in questo momento, ci si deve muovere solo se si hanno valide ragioni, altrimenti si incorre in sanzioni. La risposta, dunque, è di rimanere a casa.

2) Quanto durerà questa situazione?

Al momento le principali compagnie ferroviarie hanno optato per garantire servizi minimi fino al 3 aprile. Bisogna vedere come sarà la situazione allora per capire se da quel giorno si inizierà a tornare alla normalità o se sarà necessario attendere altri giorni.

3) È ipotizzabile una sospensione totale dei trasporti ferroviari?

In altre nazioni è stato messo in pratica. Nel nostro Paese sembra un'ipotesi piuttosto remota che è stata più volte proposta come "extrema ratio". Al momento attuale ci pare poco probabile, ma tutto dipende da quali saranno i numeri dei contagiati e dei morti nei prossimi giorni.

4) I pochi treni che viaggiano sono in orario?

Per quel che abbiamo modo di vedere i pochissimi treni in circolazione viaggiano tutti sostanzialmente in orario. Non registriamo ritardi "importanti" né sulla lunga né sulla corta percorrenza.

5) I treni sono puliti? E quando il servizio tornerà regolare bisognerà stare attenti?

Tutte le compagnie ferroviarie stanno facendo il massimo degli sforzi per pulire a fondo i convogli più di quanto già non si faccia normalmente. Tutte le amministrazioni, anche quelle private, stanno prendendo come ovvio molto sul serio il problema per cui sotto questo punto di vista si può stare sicuri.

6) Alcuni treni o stazioni sono affollati, che dobbiamo fare?

Risulta anche a noi che alcuni treni di compagnie private e alcune stazioni di grandi città siano piuttosto affollati, come è inevitabile. Il solo banale suggerimento che si può dare è di utilizzarli il meno possibile. 

7) Nessuno ci ha avvisati per i cambiamenti al nostro treno, perché?

Chi non vive su Marte sa che la situazione è peggiorata in maniera molto repentina negli ultimi giorni. Molte compagnie ferroviarie si sono trovate a dover affrontare lo smart working all'improvviso, senza troppa organizzazione. E del resto era inevitabile. Quel che possiamo dire con certezza, tuttavia, è che tutti stanno lavorando al massimo per mitigare le difficoltà. È una sfida difficile e lunga, ma da parte dei viaggiatori ci vuole pazienza. Possiamo garantirvi che nessuno sta seduto con le mani in mano aspettando che finisca.

8) Come chiedo il rimborso per i miei biglietti?

Le istruzioni per le singole compagnie ferroviarie e aeree sono disponibili cliccando qui. Aggiorneremo le indicazioni ogni volta che ci saranno novità.

9) Sono previste limitazioni per il traffico merci?

No, nessuna limitazione. Tutte le merci (quindi non solo quelle di prima necessità) possono essere trasportate sul territorio nazionale. Il trasporto delle merci è considerato come un’esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può spostarsi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.

10) Non ci sono più consegne di nuovi treni, che succede?

In momenti come questi la domanda pare superflua, ad ogni modo succede che anche le fabbriche si stanno giustamente fermando, per cui i nuovi treni ritarderanno l'uscita di qualche mese. 

11) Che fine ha fatto l'annunciato Intercity Napoli - Bari?

Idem come sopra. In momenti come questi istituire un nuovo collegamento sarebbe controproducente, oltre che folle. Se ne parlerà più avanti, ma da quel che sappiamo l'idea non è stata abortita.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.