Ritorna “Top e Flop”, la rubrica di Ferrovie.Info in cui annoveriamo personaggi, aziende, enti o categorie che si sono, a nostro avviso, distinti in positivo e in negativo questa settimana.

Diteci la vostra sulla nostra Pagina Facebook.

Partiamo!

TOP - Fondazione FS

Il mondo delle ferrovie, specialmente quello delle "alte sfere", ha sempre avuto un che di chiuso, un che di segreto.
Per intenderci: avete mai provato a richiedere alle Ferrovie dello Stato documentazione storica su qualche rotabile particolare? O chiedere un permesso per effettuare riprese o fotografie in un deposito?
Mission impossible o quasi.

Senza contare quante volte qualche ferroviere ci ha intimato che "è vietato fotografare treni, c'è una circolare (?) che lo dice". 

Ecco, si trattava di un mondo blindato, potremo quasi dire antipatico.

L'imperfetto del verbo è voluto: da anni la Fondazione FS, organo ufficiale di Ferrovie dello Stato che cura il patrimonio storico delle Ferrovie, ha attuato una progressiva apertura verso l'appassionato di ferrovie, con l'organizzazione di centinaia di treni storici e manifestazioni in depositi normalmente chiusi al pubblico.

Va in questa direzione la sua nuova iniziativa: inserire online l’Archivio Storico Disegni del Servizio Materiale e Trazione che conserva e rende disponibile a tutti gli elaborati prodotti dagli uffici dell’ex Servizio X, istituito nel 1905 e attivo fino alla soppressione dei Servizi Centrali delle Ferrovie dello Stato nel 1986.


La nuova sezione, consultabile dal sito archiviofondazionefs.it, raccoglie la vasta documentazione di disegni tecnici relativi a locomotiveveicoli e automotrici proveniente dalla storica sede di via Spartaco Lavagnini di Firenze.

Oltre 3mila disegni, riferiti alla progettazione di circa 400 rotabili e databili dalla metà dell’Ottocento agli anni Settanta dello scorso secolo.

Una miniera di informazioni per l'appassionato di ferrovie, il modellista, il culture di trasporti o più semplicemente per qualche viaggiatore curioso.
Un bell'esempio di apertura inimmaginabile fino a qualche anno fa.

Bravi davvero per questa bella trovata, oltretutto completamente gratuita!

FLOP - Questione TAV

Si può essere d'accordo o meno sulla TAV Torino - Lione. Il dibattito va avanti da decenni e per certi versi avrebbe già stancato: sembra che in questi anni non si sia veramente andati avanti non solo coi lavori, ma nemmeno con la convinzione di terminare o meno quest'opera. 

E' notizia di questa settimana che l’analisi costi-benefici commissionata dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli per valutare la TAV Torino-Lione boccerà il progetto, avrebbe stabilito che la ferrovia non è economicamente sostenibile. Lo ha riferito l'agenzia Bloomberg.

Ammesso che sia vero, l'intero processo decisionale dietro quest'opera dai costi ingentissimi (sia nel caso di finirla, sia nel caso di interromperla) non è stato particolarmente trasparente

Questa benedetta analisi costi-benefici del governo appare un percorso secretato di cui si conosce molto poco e di cui ancora non si è capito dove voglia andare a parare. Un'indeterminatezza che mal si concilia con l'importanza assoluta dell'opera e delle quantità di soldi pubblici che gravitano intorno ad essa.

Senza contare che nei giorni scorsi era emerso che dei sei tecnici trasportisti individuati dal ministro Toninelli, ben cinque avevano già prodotto in precedenza lavori e analisi contrari alla realizzazione dell’opera.

Anche in questo caso, mancano controprove ufficiali, ma il silenzio del Governo ben si presta a congetture che non aiutano a rasserenare il clima su un'opera chiave per il nostro paese. 

E intanto italiani ed europei attendono di sapere quale sarà il capitolo finale di questa storia infinita.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.