Sarebbe in arrivo un contributo per il trasporto merci su ferrovia.

Secondo una indiscrezione raccolta da Public Policy si tratterebbe di "Cinque milioni di euro all’anno, per il triennio 2019-2021, per la compensazione dei costi supplementari per l’utilizzo dell’infrastruttura ferroviaria nazionale, inclusi quelli relativi al traghettamento ferroviario dei treni merci e alle attività connesse, sostenuti dalle imprese ferroviarie rispetto ad altre modalità più inquinanti, per l’effettuazione di trasporti ferroviari di merci aventi origine o destinazione nelle regioni Abruzzo, Lazio, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia".

Questa sarebbe una delle misure contenuta nella bozza di maxiemendamento alla manovra, su cui il Governo starebbe lavorando sulla spinta di una proposta parlamentare della Lega.

Per disciplinare le modalità di attribuzione delle risorse sarà realizzato un apposito decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze.

Qualora ci fossero risorse eccedenti le stesse sarebbero destinate ad un ferrobonus, in misura non superiore al valore di 2,5 euro a treno/km. “Detto contributo – si legge – che tiene conto dei minori costi esterni rispetto ai trasporti in modalità stradale, è ripartito fra le imprese aventi diritto in maniera proporzionale ai treni/km effettuati”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.