Il Gup del Tribunale di Trani ha deciso che tutti i 18 imputati (17 persone fisiche e una società) per l’incidente ferroviario avvenuto a luglio 2016, lungo la tratta Andria-Corato di Ferrotramviaria, devono essere processati.

La decisione è arrivata ieri al termine dell’udienza preliminare nell’aula bunker del carcere, dopo circa un’ora di camera di consiglio. Il dibattimento comincerà il prossimo 28 marzo davanti al Tribunale di Trani.

Ricordiamo che l’incidente ha provocato 23 vittime e 51 feriti, tra passeggeri e personale che viaggiava sui due treni ET 1021 (partito da Andria e diretto a Corato) ed ET 1016 (diretto da Corato ad Andria), scontratisi su binario unico tra Andria e Corato.

Saranno dunque processati i capistazione di Andria e Corato, il capotreno sopravvissuto e il dirigente coordinatore centrale. Secondo la Procura “per colpa, in particolare per negligenza, imprudenza, imperizia, nonché in violazione del regolamento di circolazione treni (…) cagionavano il disastro ferroviario”.



A processo anche i dirigenti di Ferrotramviaria, ovvero l’ex presidente e ad Enrico Maria Pasquini e sua sorella Gloria Pasquini, il direttore generale Massimo Nitti e il direttore di esercizio Michele Ronchi, che avrebbero sottovalutato il pericolo nonostante 20 inchieste disciplinari aperte fra il 2003 e il 2015, in seguito di incidenti sfiorati.

Rinviati a giudizio anche altri sei dirigenti di Ferrotramviaria anche loro accusati di non aver adeguatamente valutato i rischi, violando una serie di norme sulla sicurezza.

A processo, ancora, il direttore generale della divisione Tpl del ministero delle Infrastrutture, Virginio Di Giambattista, accusato di non aver eseguito, tra le altre cose, le indicazioni contenute nel decreto ANSF n.4/2012 secondo il quale erano da considerarsi “obsolete” anche le linee con il blocco telefonico, tra cui appunto la Ferrotramviaria.

Rinviati a giudizio, infine, Alessandro De Paola e Pietro Marturano, in qualità di direttori dell’Ustif (che si occupa delle linee ferroviarie in concessione) di Puglia, Basilicata e Calabria.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.