Abbiamo parlato nei giorni scorsi della sicurezza dei treni italiani (Le ferrovie italiane e la sicurezza, qualche dato su cui riflettere) con un risultato di cui andare fieri e successivamente dei loro costi (Ferrovie: Caro treno, quanto mi costi?) ed anche in questo caso con responsi lusinghieri. Ora affrontiamo un nodo decisamente più spinoso, la loro puntualità messa a raffronto con le altre ferrovie europee.

Stando a quanto affermato nell’ultima Relazione sulla qualità dei servizi di Trenitalia, relativa al 2015, anche se i treni con più di un’ora di ritardo sono stati meno dell’1% per tutte le categorie di treni, la maggioranza dei treni italiani risulta puntuale anche se non va dimenticato che per Trenitalia vige il criterio per cui sono ritenuti puntuali tutti i treni che arrivano entro 15 minuti dall’orario di arrivo previsto.

Il 91,6% dei treni a media e lunga percorrenza (quindi tutti i Frecciarossa, i Frecciargento, i Frecciabianca, gli InterCity e gli InterCity Notte) del 2015 sono arrivati puntuali in questa accezione. Se poi si considerano i soli regionali, la percentuale sale addirittura al 97,9%.

Tra i vari paesi europei, ci sono meno ritardi laddove le reti ferroviarie hanno una dimensione minore. La Spagna è uno dei paesi con una grande rete ed è quello in cui si verificano meno ritardi visto che più del 95% dei treni è puntuale. Secondo lo Study on the prices and quality of rail passenger services, sempre tra i paesi con reti ferroviarie estese, la Germania e l’Italia sono quelli in cui ci sono più ritardi sui treni a lunga percorrenza: in entrambi i paesi infatti, meno del 75% dei treni sono stati puntuali nel corso del 2014.

Ma i ritardi italiani e quelli tedeschi hanno natura diversa: in Germania un treno è considerato in ritardo se raggiunge la stazione d’arrivo dopo 5 minuti e 59 secondi o più rispetto all’orario previsto, in Italia la soglia è, come detto sopra, 15 minuti. Stando ai dati di Trenitalia per il 2015 sembra che la puntualità sia poi aumentata, anche se ancora non ci sono dati per il 2016. Nel 2014 le uniche nazioni in cui i treni regionali e locali sono stati più in ritardo che in Italia sarebbero solo Ungheria e Slovenia.

Lo studio rivela anche che dal 2012 al 2014 la frequenza dei ritardi dei treni italiani, di tutti i tipi, è molto aumentata in percentuale. Un altro demerito dei treni regionali e locali del nostro paese è che sono stati tra i più cancellati in Europa nel 2014, dopo quelli ungheresi e lituani.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia