ATAC ha voluto precisare cosa sta accadendo alla linea dopo le indiscrezioni circolate ieri su diversi organi di stampa nazionali sulla possibile chiusura e sui problemi legati alla sicurezza per quel che riguarda la linea ferroviaria Roma-Giardinetti. Si sta parlando da giorni di una possibile chiusura e la posizione dell'azienda è la seguente:

1) La Roma-Giardinetti (capolinea a Centocelle) non chiude, anzi la Regione Lazio proprietaria della linea ha recentemente rinnovato il relativo Contratto di Servizio fino al 2019.
2) Non esiste alcun ultimatum da enti competenti, Ministero Infrastrutture e Trasporti e USTIF.
3) Non esistono problemi per la sicurezza del personale né l'incolumità dei viaggiatori. Affermazioni contrarie sono configurabili come procurato allarme.
4) Il doppio agente è disposto momentaneamente, in ossequio alla normativa vigente, solo su una parte della flotta e nelle more del completamento dell'installazione di un adeguato sistema tecnologico.
5) Non esistono rischi dei macchinisti per la tipologia dei treni della linea e la probabilità di incidenti con i tram secondo gli accadimenti registrati, è praticamente nulla (circa uno per ogni milione di passaggi).
6) Nessun input sindacale ha attivato provvedimenti o richieste di approfondimenti dell'Ustif, ma Atac ha ottemperato alle norme disposte dal Ministero Infrastrutture e Trasporti nei modi e nei tempi richiesti.
7) La serie dei treni 800 della linea risponde agli standard indicati nella vigente normativa ed è falso dichiarare che "offre qualche garanzia in più".
8) Il numero di treni della serie 800 (agente unico) in servizio a oggi è pari a 5 unità, mentre per gli altri convogli sono attualmente in corso normali attività di manutenzione.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia