La situazione graffiti sui convogli sta, in alcuni casi, andando decisamente oltre quello che è anche vagamente tollerabile.

È il caso ad esempio delle ALn 776 ex FCU che quasi ogni giorno giungono a Roma dall'Umbria per poi farvi ritorno. Come sempre per evitare di fare pubblicità a questi incivili, abbiamo mascherato il graffito ma come si può vedere la situazione è diventata ormai insostenibile.

I rotabili sono pitturati dal tetto ai carrelli, senza soluzione di continuità e non sono stati risparmiati nemmeno i finestrini che impediscono di fatto la visione del paesaggio e non aiutano certo a restituire una sensazione meno claustrofobica.

Purtroppo ci rendiamo conto che le compagnie ferroviarie possono arrivare fino ad un certo punto, perciò si rende sempre più necessario un maggiore intervento delle forze dell'ordine affinché atti simili non si verifichino.

E, lo ripetiamo, è necessario anche inasprire qualche legge o almeno far applicare seriamente quelle che ci sono visto che ormai i nostri treni sono presi di mira anche da vandali di altre nazioni, con un costo economico e sociale che inizia a non essere più sostenibile.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia