La caduta accidentale di un elettrodotto di una società di distribuzione dell’energia sulla linea di alimentazione elettrica dei treni, causa la disalimentazione completa in zona Valdarno sulla linea Direttissima Firenze-Arezzo.

Due treni rimangono bloccati in due punti distanti tra di loro e di difficile accesso: un convoglio regionale si ferma all’interno della galleria San Donato e uno ad alta velocità sul viadotto Borratino in località Prulli. Ad aggravare la situazione il comportamento imprudente di alcuni passeggeri che, contravvenendo alle raccomandazioni del personale di bordo, abbandonano il treno fermo in galleria infortunandosi camminando sui binari e sulla massicciata.

Per alleviare il disagio dei viaggiatori si provvede a distribuire bottigliette d’acqua a quelli bloccati sul viadotto, illuminando a giorno lunghi tratti di binario per consentire l’accesso in sicurezza dei soccorritori dai punti di innesto della galleria. Mentre, per le persone che si sono disperse in galleria, le squadre di Protezione Civile e Polfer sono impegnate in una difficile attività di ricerca e soccorso per concentrarle a bordo del treno, in attesa delle condizioni di ripartire.

Ecco lo scenario dell’esercitazione che si è svolto nella notte fra sabato 1 e domenica 2 luglio nel Valdarno a cui hanno partecipato, oltre alle squadre di primo intervento del Gruppo FS Italiane, Trenitalia, Rete Ferroviaria Italiana, Città Metropolitana di Firenze, Polfer e Coordinamento Provinciale Volontariato Protezione Civile.

Lo scenario si è complicato a causa del reale infortunio di una volontaria di Protezione Civile: si è così attivata la prevista modalità “no play” dell’esercitazione. Anche in questo caso la macchina organizzativa ha reagito velocemente all’imprevisto, consentendo in meno di un’ora di liberare la linea da persone e materiali, l’uscita del treno dalla galleria e il soccorso all’infortunata che è stata portata in codice verde all’ospedale con solo lievi escoriazioni.  

L’esercitazione ha consentito la verifica dell’efficacia e della rapidità dell’attivazione delle procedure per la gestione delle emergenze. In particolare è stato testato quanto previsto dalla convenzione sottoscritta dal Gruppo FS Italiane con la Città Metropolitana di Firenze nel portare assistenza ai viaggiatori. E il piano della galleria San Donato nonchè le dotazioni di sicurezza con cui è attrezzata la galleria stessa.

Lo svolgimento dell’esercitazione sarà oggetto, nei prossimi giorni, di una riunione ad hoc fra tutti i soggetti coinvolti.

Nessuna ripercussione per la circolazione dei treni.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia