Un curioso quanto grave episodio sarebbe accaduto secondo la stampa francese nel paese transalpino mercoledì scorso.

Un treno partito alle 16 da Parigi in direzione di Clermont-Ferrand, al momento di arrivare alla stazione di Nevers, invece di rallentare ha proseguito la sua corsa a 110 km/h come se nulla fosse. La sorpresa più grossa è arrivata tuttavia alcuni chilometri dopo, quando il convoglio si è finalmente fermato, a seguito di un segnale rosso. Il personale delle SNCF entrato in cabina di guida ha trovato il macchinista visibilmente ubriaco e come se questo non fosse sufficiente, accanto a lui un cartone di vino da 3 litri, già iniziato.

Portato immediatamente all'ospedale per essere sottoposto all'alcol test, il macchinista è risultato avere un tasso del 3,34‰ di alcool nel sangue.

Interrogato, l'uomo avrebbe ammesso "di aver bevuto diverse birre prima di partire e di aver continuato con il vino" mentre guidava il treno, come si legge in un comunicato del procuratore della Repubblica Lucie Jaillon-Bru, citato da "Le Journal du Centre".

All'uomo è subito stato intimato il divieto di condurre qualsiasi tipo di veicolo e di esercitare la sua professione e sarà giudicato da un tribunale il prossimo 30 agosto.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia