Quella che viene definita "soluzione italiana" per risolvere il problema di Alitalia, sostenuta da una parte della politica, potrebbe concretizzarsi in un progetto a lungo termine che è allo studio per il rilancio della compagnia. Una strada che potrebbe portare fino alle Ferrovie dello Stato.

Il gruppo FS ha già smentito questa ipotesi nei giorni scorsi, spiegando che "in questo momento l’argomento non è di interesse", ma tra due o tre mesi la situazione potrebbe cambiare grazie alla cura dei commissari straordinari su Alitalia.

Chi è al lavoro sul dossier - scrive La Stampa - spiega tuttavia che questa prospettiva non sarebbe sufficiente, per questo ci sarebbe la volontà di agganciare ad Alitalia un partner del settore più grande, per farla crescere. In questo senso l’idea sarebbe quella di affiancare a FS un altro grosso vettore come ad esempio Lufthansa, ma si è fatto il nome anche di Easyjet. Ed Etihad, spiegano le fonti, potrebbe restare nella partita come socio forte (ora ha il 49% del vettore). Si tratta di un progetto a lungo termine, soggetto alle eventualità del caso, che potrebbe portare però giovamento a tutte le parti in campo.

L’ingresso delle Ferrovie dello Stato permetterebbe ad Alitalia di puntare sulle rotte a lungo raggio e anche a quelle europee, lasciando all’Alta Velocità il compito di trasportare i passeggeri nelle tratte più brevi

Intanto Mauro Moretti, dopo aver risanato le Ferrovie e ristrutturato Finmeccanica, è l’uomo giusto per l’ultimo, estremo, tentativo di salvare Alitalia. È questo il risultato di un sondaggio effettuato da MF-Milano Finanza ed è anche la proposta che il settimanale diretto da Paolo Panerai, in edicola, lancia al governo e a tutte le istituzioni interessate alle vicende della compagnia aerea.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia