Dopo l'effettuazione del treno speciale di ieri ad opera del CIFI da Napoli ad Avellino, è forse giunto il momento di una svolta per il trasporto ferroviario in quest'ultima città campana. Emblematiche in tal senso sono le parole del delegato regionale Luca Cascone. "Quella di oggi – scrive su Facebook – è una prima partenza simbolica ma che ci suggerisce la possibilità di collegare Napoli ed Avellino in circa settanta minuti, grazie ad un’infrastruttura ferroviaria utilizzabile. È necessario che l’intero territorio irpino decida di puntare su questo servizio chiedendoci il collegamento su ferro verso Napoli, magari in sostituzione di qualche corsa su gomma. Nel caso in cui si punterà al trasporto via treno, bisognerà rivedere le frequenze delle corse degli autobus per non rischiare di veder sprecati i possibili investimenti".

"Il Comune di Avellino – continua Cascone – ci ha chiesto di sostenere i collegamenti via ferro per Napoli e Salerno. Noi abbiamo risposto chiedendo un incontro con tutte le amministrazioni interessate affinché la volontà di spostare parte dell’utenza su ferro sia una volontà condivisa dal territorio. All’apertura del nuovo anno scolastico ed universitario (prossimo mese di settembre) potremmo pensare di istituire alcune corse di prova, magari con treni veloci tra Avellino e Napoli. Sarebbe un buon banco di prova per comprendere quale sia il vero numero dei pendolari. Lo stesso varrà anche per i collegamenti con Salerno".

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia