Supponiamo di aver acquistato un biglietto del treno, magari con parecchio anticipo, ma che un contrattempo ci impedisce improvvisamente di partire. Magari, se il biglietto in questione è stato acquistato a un prezzo basso, potrebbe anche non essere più sostituibile o rimborsabile. Perché sprecare soldi e gettarlo via, quando possiamo rivenderlo online a qualcun altro? È questa l'idea alla base di Lowcomotive, portale di scambio di ticket mai utilizzati di Trenitalia, Trenord e Italo, venduti dai passeggeri (laddove possibile, visto che alcuni biglietti sono nominativi e non cedibili) a prezzi scontati e via via più bassi con l'approssimarsi della data di partenza. 

Dopo esserci registrati sul sito, è sufficiente inserire l'annuncio con il biglietto che intendiamo vendere, oppure cercare un ticket per il viaggio che ci interessa e contattare l'inserzionista tramite il sistema di messaggistica interna. Per regolamento, il portale offre biglietti in vendita a un costo uguale o inferiore a quello a cui sono stati acquistati in origine. Il sito non effettua controlli sui prezzi praticati ma, normalmente, più la data del viaggio si avvicina, più il prezzo scende.

L'affidabilità degli utenti in questi casi è un elemento fondamentale ed è attestata come sempre più spesso accade da un sistema di referenze e feedback reciproci, giudizi rilasciati a vicenda da chi compra e chi vende sia con il sistema di valutazione in stelline sia con una recensione testuale. Inoltre, un algoritmo interno al portale verifica la veridicità dei dati forniti da ciascun utente e "bilancia" l'accuratezza del giudizio in stelline e la media delle varie opinioni espresse. Il metodo fino ad ora si è rivelato efficace visto che a dire dei fondatori, su Lowcomotive non è stato raggirato nessuno. Di recente, ai biglietti del treno si sono aggiunti quelli di pullman e aereo. Inoltre, grazie a un accordo con BlaBlaCar, se non si trova un biglietto del treno, il portale suggerisce una soluzione di viaggio in car sharing per raggiungere la stessa destinazione.

L'idea è buona e se applicata regolarmente non viola alcuna norma, per cui, perché non approfittarne? http://www.lowcomotive.it

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia