Terminerà nel fine settimana la prima fase di monitoraggio della rete di Ferrovie del Sud Est per verificare lo stato di efficienza dell'anello ferroviario di Bari e della linea Bari - Taranto (circa 160 km). L'attività di diagnostica proseguirà nelle prossime settimane sul resto della rete.

Il lavoro di analisi già svolto in questi giorni ha consentito FSE di mettere a punto un primo piano di interventi per il miglioramento delle prestazioni dell'infrastruttura ferroviaria. Tutti i test ai binari sono effettuati con il treno diagnostico PV7 di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) che rileva i parametri di geometria dei binari. L'attività è svolta nelle ore notturne per non interrompere o rallentare la circolazione dei treni e limitare i disagi ai pendolari.

Lunedì 3 aprile inizieranno i primi interventi di miglioramento sull'anello di Bari e la linea Bari – Taranto. Saranno svolti prevalentemente la notte e nei giorni festivi da squadre di tecnici con l'ausilio di mezzi d'opera. Durata cinque settimane. Eventuali modifiche al traffico ferroviario dei giorni feriali saranno concordate con la Regione Puglia e comunicate ai viaggiatori.

Entro settembre saranno avviati i veri e propri lavori di rinnovo dell'infrastruttura su tutta la rete FSE. Sarà data priorità all'anello di Bari e alla Bari – Taranto, con un investimento di circa 60 milioni di euro.

Queste attività rappresentano un segno concreto di sinergie e interazioni che progressivamente si stanno sviluppando tra FSE e le società del Gruppo FS e testimonia l'impegno di FSE per migliorare gli standard di efficienza e qualità del sistema di mobilità dei propri clienti.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia