Si completa con due mesi di anticipo, con l’ottavo treno regionale Vivalto per i pendolari dell’Emilia Romagna, la flotta di convogli a doppio piano di ultima generazione, grazie ai quali tutti i 31 collegamenti giornalieri di tipo Regionale Veloce fra Piacenza e Rimini saranno effettuati con nuove carrozze. Un piano di rinnovo avviato a maggio 2016  con un investimento da parte di Trenitalia di circa 57 milioni di Euro, di cui 10,6 contributo della Regione Emilia Romagna.

Pensati per medie distanze e alte frequentazioni, i Vivalto si distinguono per capienza (carrozze a doppio piano per un totale di 600 posti a sedere), migliore fruibilità da parte dei passeggeri a mobilità ridotta e informazione visiva e sonora più puntuale, caratteristiche che li rendono funzionali sia al servizio pendolare classico che a supportare gli incrementi di traffico estivi da e per la Riviera Romagnola.

Nel corso dell’autunno tutti gli otto Vivalto saranno implementati con il nuovo sistema di videosorveglianza live: su ogni treno 29 telecamere di bordo sorveglieranno l’intero convoglio, registrando e diffondendo immagini in diretta attraverso altrettanti monitor distribuiti nelle vetture. Un modo per aumentare gli standard di sicurezza e individuare più facilmente eventuali autori di attività illecite e atti vandalici. La consegna dell’ottavo Vivalto è un ulteriore passo avanti verso il rinnovo della flotta pendolare di Trenitalia. Nel corso del 2017, inoltre, Trenitalia aumenterà il numero di collegamenti effettuati con treni Stadler ETR 350, grazie al conferimento di convogli da parte della Regione.

Entro il 2019, invece, sarà rinnovato l’intero parco dei treni regionali come previsto dalla gara di affidamento dei servizi ferroviari regionali. Di questo parco faranno parte anche i nuovi treni Rock di Trenitalia, la cui produzione è stata ufficialmente avviata a gennaio negli stabilimenti Hitachi Rail Italy e i cui primi 39 esemplari sono destinati proprio all’Emilia Romagna. Nuovi treni e attività di manutenzione costante sono stati determinanti anche per la crescita dell’affidabilità del servizio ferroviario regionale in Emilia Romagna e del gradimento del servizio.

Affidabilità e puntualità 
Nel primo bimestre di quest’anno i treni pendolari della regione hanno registrato un’affidabilità del 99,2%, con un drastico calo delle cancellazioni  - più che dimezzate – pari allo 0,8% delle corse totali, di cui solo lo  0,4% per cause imputabili a Trenitalia.

Nello stesso periodo la puntualità media sull’intera giornata è stata del 91,8%, riferita ai treni giunti a destinazione in orario o comunque non oltre i cinque minuti. La media regionale si attesta al 91,3% nella fascia oraria dei pendolari del mattino e al 93,0% in quella pomeridiana. Si tratta di una statistica che tiene conto di tutti i ritardi, qualunque ne sia la causa, e descrive quindi quanto realmente vissuto dai passeggeri.

Questo andamento si riflette positivamente anche sul gradimento manifestato dai clienti. Le rilevazioni relative alle prime settimane del 2017 - condotte da una società demoscopica esterna al Gruppo FS attraverso una serie di interviste mirate - evidenziano infatti che l’84,9% dei passeggeri si dichiara soddisfatto del viaggio nel suo complesso: una media regionale in crescita di 3,4 punti rispetto allo stesso periodo del 2016.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia