Nella settimana appena conclusa Trenitalia ha effettuato circa 50.000 controlli con verifiche a terra e a bordo di 180 Regionali fra i più sensibili al fenomeno dell'evasione. Sono state individuate quasi 7.400 persone non in regola, pari a circa il 15%, con 7.000 persone trovate prive di biglietto e allontanate prima di salire a bordo dei treni, 254 biglietti venduti in vettura, per un importo di quasi 2.300 euro, e 85 verbali di accertamento emessi, per un importo di circa 4.000 euro. È questo il bilancio della sistematica attività antievasione condotta da Trenitalia Regionale Campania e da Protezione Aziendale, con il periodico supporto di un team nazionale di controllori. Una lotta senza quartiere contro i "furbetti" al fine di recuperare risorse e migliorare la qualità del viaggio di chi rispetta le regole.

25 agenti, suddivisi in squadre, hanno passato al setaccio 11 linee della Campania concentrando l'attività nelle stazioni e sui treni nelle fasce orarie a maggior rischio evasione. L'azione dei pool punta sia a recuperare risorse finanziarie a beneficio della stragrande maggioranza dei viaggiatori che paga regolarmente il biglietto, sia a contrastare il numero delle aggressioni al personale che, tuttavia, si sono registrate per 14 volte, rendendo necessario l'intervento della Polizia Ferroviaria. L'azione di presidio in fase di afflusso ai treni, con allontanamento delle persone senza biglietto, ha generato un incremento delle vendite presso i punti vendita accreditati per circa 20.000 euro.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia