Firmato oggi l’accordo tra NTV e la polizia ferroviaria, che prevede l’impiego di agenti di polizia, in divisa, sui treni Italo per garantire più sicurezza ai viaggiatori e permettere al personale viaggiante di essere in contatto con le forze dell’ordine in caso di intemperanze e aggressioni a bordo.

La novità verrà introdotta a partire dal prossimo mese di giugno: si comincerà garantendo i poliziotti a bordo del 25% dei 56 collegamenti giornalieri di NTV sulla tratte dell’alta velocità da Nord a Sud Italia.

Gli agenti scorteranno i treni in uniforme per essere facilmente riconoscibili e per poter diventare punto di riferimento tanto per i passeggeri che per i controllori che saranno in grado di contattarli tramite telefono.

L’accordo è stata siglato dal presidente di Italo NTV Andrea Faragalli Zenobi e dal Direttore centrale delle specialità della polizia di stato Roberto Sgalla. Ha detto Sgalla: “Il concetto di sicurezza in un contesto ferroviario frequentato ogni giorno da milioni di persone non può più essere abbinato soltanto alla riduzione dei reati”.

Grazie a misure deterrenti e a un maggior controllo, nel 2016 i furti a bordo treno e in stazione sono diminuiti del 27 per cento. Ma ancora non basta: “Bisogna aumentare il senso di sicurezza percepita – spiega il direttore Sgalla – solo attraverso una presenza costante e visibile delle pattuglie si può effettivamente “rassicurare”. “Italo crede molto nella prevenzione e investe tempo e risorse nella sicurezza dei suoi viaggiatori – continua Faragalli Zenobi – lo testimonia il grande impegno di quasi 5 anni di attività”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia