"Il trasporto pubblico locale milanese deve rimanere in mano a Milano e deve essere una garanzia per i nostri cittadini". Il sindaco Beppe Sala chiude le porte, almeno per ora alla maxi fusione tra ATM e Trenord, il progetto di creare una sorta di super holding del trasporto pubblico da due miliardi di euro. Il dossier era finito sul tavolo di una riunione tecnica tra Ferrovie dello Stato, Ferrovie Nord Milano e Comune non più tardi di una ventina di giorni fa, in cui Palazzo Marino aveva già manifestato tutte le proprie perplessità sull'operazione, prendendo tempo per approfondire dati e cifre in ballo e per "pesare" la diversa consistenza economico-finanziaria delle due società che dovrebbero «sposarsi, con ATM in ottima salute e Trenord più in difficoltà.

A giudicare dalle parole pronunciate da Sala, a questo punto, il dossier sembra essere finito su un binario morto. "Escludo categoricamente che in questa fase si sia arrivati a qualunque tipo di conclusione — ha detto il sindaco —, anzi la situazione oggi è abbastanza ferma. Non c’è alcuna intenzione di andare verso una fusione tra ATM, FS e Trenord".

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia