E’ stato siglato, oggi pomeriggio, dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte e dall’amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana, Maurizio Gentile un accordo del valore di 41 milioni di euro che prevede la realizzazione della nuova fermata ferroviaria dell’Ospedale di Bergamo, la nuova fermata di interscambio con la rete Fnm di Como/Camerlata (linea Milano-Chiasso) e altri lavori per la velocizzazione e la regolarizzazione del servizio ferroviario regionale nelle linee a binario unico Lecco-Colico-Tirano (Bellano, Ponte di Valtellina), Milano-Mortara (Abbiategrasso, Vigevano), Codogno-Mantova (Castellucchio).

Ha dichiarato l’assessore Sorte: “E' un impegno straordinario per rinnovare, con un intervento massiccio, le strutture della rete ferroviaria. Vogliamo investire su Tpl, ben consapevoli che la rete è piuttosto satura e quindi gli investimenti servono. E questo è uno dei tanti passi che stiamo facendo insieme e che ci consente di non rinunciare ad alcuni progetti di eccellenza come l'apertura della stazione all'ospedale Bergamo e la velocizzazione e regolarizzazione del servizio ferroviario nelle linee a semplice binario”.

Gli interventi di potenziamento infrastrutturale e tecnologico della rete ferroviaria regionale (che si aggiungono alla realizzazione delle due nuove fermate di Bergamo ospedale e Como Camerlata) saranno realizzati per tappe progressive entro il 2022.

Verranno aperti cantieri in cinque stazioni delle linee Mortara/Milano, Milano/Lecco/Sondrio/Tirano e Codogno/ Mantova. In particolare, a Ponte in Valtellina (sulla linea Sondrio-Tirano) l’obiettivo è quello di velocizzazione in stazione degli itinerari di arrivo/partenza dei treni, impiego di scambi percorribili a 60 km/h e realizzazione di modifiche tecnico-infrastrutturali in grado di gestire in sicurezza ingressi e uscite contemporanee dei convogli.

La conclusione degli interventi è prevista entro il 2022 e l’investimento economico complessivo è di 10 milioni di euro.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia