Un vero e proprio bollettino di guerra. Ente Autonomo Volturno sceglie un video su Facebook di 3 minuti per mostrare tutti gli episodi vandalici accaduti a partire dall'inizio dell'anno.

Un giorno dopo l'altro, scorrono le foto dei treni con i vetri sfondati, delle stazioni prese d'assalto dalle baby gang, le immagini di sassi lanciati contro treni e passeggeri, i raid contro le stazioni. Solo nelle ultime due settimane ci sono stati 15 casi.

Lo hanno ribattezzato "Diario della violenza" e uno dopo l'altro l'azienda snocciola le violenze che ogni giorno è costretta a subire. "EAV fa quello che può ma non deve essere lasciata sola - annuncia la società nel video - Abbiamo inoltrato un'ulteriore richiesta di aiuto e collaborazione alle forze dell'Ordine che mira a rendere in tempo reale accessibili le immagini riprese dai nostri impianti di video sorveglianza. Abbiamo deciso di agire con azioni di responsabilità patrimoniale nei confronti dei genitori dei minori che si rendono protagonisti di azioni criminali (baby gang) e che restano impuniti e impunibili".

Successivamente il presidente Umberto De Gregorio annuncia l'ennesimo episodio di violenza, accaduto oggi alle 9,30. Un uomo di 55 anni ha aggredito un controllore nella stazione di Barra mentre era a bordo del treno delle 8,20 proveniente da Poggiomarino. L'uomo è stato fermato dai carabinieri e condotto in caserma. Il ferito è stato accompagnato in ospedale per accertamenti.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia