Una interrogazione a risposta scritta al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti è stata presentata nei giorni scorsi dal Deputato di Sinistra Italiana Gianni Melilla al fine di valutare la possibilità di istituire da parte di Trenitalia un collegamento ferroviario non stop tra Pescara e Roma, senza fermate intermedie sul tragitto che, come noto, attraversa buona parte dell'Abruzzo.

"La relazione ferroviaria tra Pescara e Roma versa in una situazione di abbandono e marginalità - scrive Melilla nell'interrogazione - i tempi di percorrenza sono eccessivi, intorno alle 3 ore e mezza, anche perché la linea ha un tracciato vecchio di fine ottocento, che si inerpica su tanti paesi di montagna e le fermate sia in Abruzzo che nel Lazio sono troppe spesso frutto di scelte clientelari e non motivate dalla salita di passeggeri; l’offerta di treni è limitata e si tratta di treni vecchi e inadeguati rispetto ad ogni comfort; c’è una richiesta enorme di collegamento rapido tra l’area metropolitana di Pescara (350-400 mila abitanti) e Roma e potrebbe essere previsto un collegamento non stop che potrebbe assicurare il collegamento diretto tra Pescara e Roma in 2 ore e mezza, un tempo competitivo con il collegamento autostradale sia privato che pubblico".

Trenitalia, secondo Melilla, potrebbe in via sperimentale "prevedere un treno non stop che arrivi nella prima mattinata a Roma e torni a Pescara in serata; tale scelta sarebbe conveniente per Trenitalia e per gli utenti che preferiscono il treno alla macchina e all’autobus per motivi di sicurezza e comodità". Melilla chiede dunque al Ministero "se non ritenga di adoperarsi con Trenitalia per valutare questa proposta nell’interesse dei cittadini abruzzesi e laziali".

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia