Tre nuovi treni Vivalto dal 12 dicembre ammodernano e potenziano la flotta regionale toscana di Trenitalia. A questi se ne aggiungerà un quarto ad inizio 2017.
I nuovi Vivalto, in servizio sulla linea Pistoia - FirenzeArezzo, sono autorizzati a viaggiare anche in Direttissima, tra Firenze, Arezzo e Chiusi, in entrambi i sensi di marcia. A beneficio, quindi, in particolare, dei pendolari del Valdarno e dell’Aretino.
La cerimonia di consegna dei tre nuovi treni, acquistati grazie al flusso finanziario generato dal Contratto di Servizio in vigore fra Trenitalia e Regione Toscana, è avvenuta stamani a Firenze Santa Maria Novella alla presenza dell’assessore Regionale ai Trasporti della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli, e del direttore Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, Orazio Iacono.
I nuovi treni, in servizio da oggi pomeriggio, circoleranno sulle linee Pistoia – Firenze – Montevarchi - Chiusi. Inizialmente effettueranno i collegamenti in Direttissima; Regionale 3171 Firenze SMN 13.55 – Arezzo e Regionale 11805 Pistoia 16.52  - Firenze Rifredi e Campo Marte - Valdarno – Arezzo. Tra poche settimane il servizio sarà esteso anche al Regionale 3175 Firenze SMN 19.50 – Arezzo – Chiusi.
Con l’arrivo di questi nuovi mezzi, salgono a 37 i treni Vivalto presenti in Toscana.
Ognuno dei Vivalto, nella composizione presentata oggi, offre 720 posti a sedere distribuiti su 6 vetture, prodotte nelle officine di Hitachi Rail.

Le carrozze a due piani hanno comode poltrone con poggiatesta, braccioli, tavolini ribaltabili, prese elettriche da 220 volt in ogni seduta, appendiabiti, bagagliere, maniglie e corrimano per i passeggeri in piedi.
La vettura semipilota è dotata di un ambiente per passeggeri disabili e dispone anche di una zona multifunzionale per il trasporto biciclette e bagagli ingombranti.
La tecnologia di bordo permette un’attenta integrazione di tutti i sistemi d’informazione (annunci sonori, monitor e segnaletica), mappe tattili nelle toilette e pulsantiere in “Braille” per i passeggeri non vedenti, 8 monitor a cristalli liquidi per ogni vettura (5 nella semipilota), un sistema di videosorveglianza e un pulsante di allarme dotato di citofono per comunicare con il personale di bordo.
Inoltre, sul treno è presente il nuovo bagno, evoluzione delle precedenti toilette per disabili, che garantisce una maggiore stabilità della carrozzina – ottenuta attraverso la realizzazione di una nicchia in vetroresina per l’alloggiamento delle ruote - e un migliore sostegno alla persona – grazie all’ottimizzazione degli spazi, al riposizionamento di alcuni accessori e all’applicazione di mancorrenti fissi e ribaltabili.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia