La società Hitachi Rail Italy ex AnsaldoBreda, ora di proprietà giapponese, con stabilimenti a Pistoia, Napoli e Reggio Calabria, si è aggiudicata tre contratti per un valore complessivo di 108 milioni di euro per attività di manutenzione ai Frecciarossa 1000 (i nuovi treni realizzati da Hitachi insieme a Bombardier), ai Frecciarossa 500 (predecessori del treno 1000) e ai treni regionali TSR, che viaggiano ogni giorno in Lombardia. Nei nuovi contratti stipulati, sono comprese attività di controllo, verifica e manutenzione mediante fornitura di materiale e manodopera specializzata.

Il primo contratto del valore di 79 milioni di euro, prevede la gestione dei ricambi e delle riparazioni della flotta Frecciarossa, oltre alle attività già comprese in garanzia. Prevenzione, riparazione in caso di atti vandalici, verifiche puntuali e costanti, saranno fra i servizi svolti per garantire la piena efficienza dei treni ad alta velocità che entreranno in servizio a partire dalla primavera 2017 in 50 unità.

Il secondo contratto, del valore di 7,9 milioni di euro, comprende invece i servizi di manutenzione per la rimessa in servizio della flotta TSR di Trenord. La durata del contratto è di 24 mesi e riguarderà il controllo, la verifica e la revisione periodica dei treni che viaggiano ogni giorno nella regione Lombardia.

Le attività saranno svolte in collaborazione con SITAV che con Hitachi Rail Italy ha presentato la migliore offerta tecnico-economica aggiudicandosi l'appalto.

Trenitalia ha poi concesso sempre al gruppo Hitachi Rail Italy-Sitav, la proroga del contratto di servizio per la manutenzione corrente preventiva a correttiva di apparati e impianti dei Frecciarossa 500, per un importo di oltre 21 milioni di euro e una durata di circa 12 mesi.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia