Realizzare la cura del ferro in Friuli Venezia Giulia e migliorare i collegamenti dei treni viaggiatori e merci. È questo l’obiettivo principale del Protocollo d’intesa firmato a Roma dalla presidente della Regione Debora Serracchiani e l’amministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana Maurizio Gentile.
Con un investimento economico di 2,6 miliardi di euro, di cui 413 milioni già finanziati, RFI e Regione hanno progettato tutte le opere utili per far diventare le stazioni giuliane veri e propri hub della mobilità integrata, con scambi fra treno, bus, car sharing e bici. Questo potrà avvenire attraverso il miglioramento dell’accessibilità nelle stazioni, con l’abbattimento delle barriere architettoniche, e con una piena condivisione delle informazioni utili ai viaggiatori di tutti i mezzi del trasporto pubblico locale. Non solo, particolare attenzione sarà fornita anche ai collegamenti transfrontalieri con la Slovenia e l’Est europeo.
L’accordo definisce, poi, la disponibilità di Rete Ferroviaria Italiana a cedere in comodato d’uso gratuito immobili e aree non più utilizzate per l’esercizio ferroviario, per finalità di valorizzazione del territorio, a Enti e Associazioni no profit.

Per ultimo, ma non per ordine di importanza, viene confermata la volontà di realizzare il collegamento con l’Aeroporto regionale di Ronchi dei Legionari.
“Il Protocollo d’intesa - ha affermato la presidente della Regione Debora Serracchiani - va nella direzione giusta perché finalmente rende competitiva la nostra regione e ci rende raggiungibili. Mettiamo nero su bianco un cronoprogramma, indichiamo quali sono le priorità, tra le quali non solo la manutenzione ordinaria ma anche una parte importante di velocizzazione della nostra rete ferroviaria, il recupero della Sacile-Gemona e alcuni interventi che riguardano l’accessibilità alle stazioni, che rendono più agevole l’ingresso in treno. Inoltre, - ha concluso la Presidente - finalmente l’aeroporto del Friuli Venezia Giulia avrà la stazione ferroviaria e quindi il polo intermodale”.
La valenza del Protocollo d’intesa è stata sottolineata anche da Gentile. “È un accordo – ha sottolineato l’Ad e Dg di RFI - che conferma l’impegno che Rete Ferroviaria Italiana ha nei confronti della Regione Friuli Venezia Giulia, una regione importantissima, di confine, attraversata dal corridoio europeo del Baltico. Il Protocollo – ha evidenziato Gentile - prevede un intervento a tutto campo nella regione per far sì che in quel territorio il servizio ferroviario, già molto apprezzato oggi, lo sia ancora di più”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia