China Railway Rolling Stock Corporation (CRRC), uno dei produttori di treni più importanti al mondo e si è prefissata lo scopo di costruire il treno più veloce in assoluto.

La compagnia ha infatti recentemente dato notizia di aver cominciato i lavori di progettazione su un nuovo tipo di treno a levitazione magnetica in grado di raggiungere una velocità massima di 600 km/h; la più elevata mai fatta registrare a tutt’oggi.

Secondo un report dell'agenzia di stampa cinese Xinhua la CRRC, di proprietà dello stato, per testare il suo nuovo treno ha iniziato la costruzione di un binario della lunghezza di 5 chilometri ed è al lavoro anche su un altro treno in grado di viaggiare a 200 km/h per "stabilire una tecnologia domestica e sistemi standardizzati per nuovi sistemi di trasporto a levitazione magnetica a media e alta velocità che possono essere applicati in tutto il mondo", secondo quanto affermato da un dirigente CRRC.

La Cina detiene attualmente il record mondiale per dimensioni della rete ferroviaria ad alta velocità - circa 20 mila chilometri di binari - grazie all'investimento di oltre 500 miliardi di dollari da parte dello stato. I più importanti produttori di treni di tutto il mondo hanno cercato, negli ultimi anni, di sviluppare tecnologie in grado produrre treni in grado di raggiungere velocità sempre più elevate: lo scorso anno un treno a levitazione magnetica giapponese ha sfiorato i 590 km/h battendo il record precedente.

Tuttavia, a causa degli elevati costi di realizzazione e manutenzione dell'intera infrastruttura necessari per la sua circolazione, questo treno non sarà utilizzabile per scopi commerciali prima del 2027. Ad oggi il treno più veloce fra quelli in servizio è lo Shanghai Maglev, che percorre la tratta fra la città cinese e l'Aeroporto Pudong raggiungendo una velocità massima di circa 500 km/h.

Grazie all'uso di elettromagneti che consentono al treno di non toccare le rotaie, i treni a levitazione magnetica riescono a raggiungere velocità molto elevate.  Il mezzo trova nell'aria l'unica forza che si oppone al suo moto e affronta attriti estremamente ridotti rispetto a quelli dei treni tradizionali, il che consente di raggiungere velocità molto elevate in maniera piuttosto efficiente.

L’elevato costo di produzione di questa tecnologia ne ha rappresentato un freno alla diffusione; tuttavia la Cina è da tempo fra i paesi maggiormente interessanti al cosiddetto MagLev, con CRRC che è anche interessata ad esportare le proprie competenze tecnologiche e i propri prodotti in vari paesi, fra cui Regno Unito, Australia, sudest asiatico, Iran, Messico, Turchia, Tailandia, Indonesia e Russia.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia