Procedono secondo la tabella di marcia i lavori di raddoppio dei binari - 10,5 km - tra Bari SantAndrea e Bitetto, ultimo tassello che completa il raddoppio della linea Bari – Taranto.

Sopralluogo, questa mattina, nei cantieri della nuova fermata Villaggio del Lavoratore e a Bari Centrale del Sindaco di Bari, Antonio Decaro, accompagnato dal responsabile della Direzione Investimenti Sud di Rete Ferroviaria Italiana, Roberto Pagone, che ha illustrato l’avanzamento dei lavori nell’area metropolitana di Bari. Presenti anche i responsabili territoriali di Italferr.

La nuova fermata Villaggio del Lavoratore sarà collegata con un sottopasso all’omonimo quartiere, dove sono in corso di realizzazione una strada con annesso marciapiede e pista ciclopedonale.
Nel piazzale esterno della fermata, che sarà completamente illuminato, un’area sarà destinata ai parcheggi: circa 70 posti auto, di cui 4 riservati alle persone a ridotta mobilità, 16 stalli per motocicli e postazioni di bike-sharing. Inoltre, sarà realizzata una corsia stradale riservata agli autobus bus e una dedicata al kiss&ride, per la sosta breve.
La fermata potrà essere connessa alla vicina linea ferroviaria FAL Bari – Matera, diventando così punto di interscambio intramodale.

Al Sindaco Decaro, poi, sono state illustrate le attività, già in avanzato stato di esecuzione, per il rinnovamento e la razionalizzazione dei binari di Bari Centrale.
Attività che consentiranno di realizzare la completa interoperabilità fra la rete ferroviaria di RFI e quella delle ferrovie ex concesse, oltre a liberare ben 14.500 metri quadrati di aree.

I lavori per il completamento del raddoppio Bari Sant’Andrea - Bitetto proseguono a pieno ritmo.
Già attivi i cantieri per la nuova fermata di Modugno mentre è in corso la posa, lungo i primi tre chilometri di linea lato Bitetto, dei tralicci di sostegno del sistema di alimentazione elettrica dei treni.

Successivamente saranno posizionati i binari che by-passano completamente l’abitato di Modugno, corrono prevalentemente in trincea e per 2 km in galleria, in corrispondenza degli svincoli con le arterie stradali.
Di grande pregio ingegneristico il viadotto in carpenteria metallica che scavalca una cava dismessa, già visibili i pilastri di sostegno.

Il completamento dei lavori è previsto entro giugno 2018. L’investimento economico complessivo è di circa 220 milioni di euro.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia