I primi treni passeggeri dovrebbero passare sotto il tunnel del San Gottardo l’11 dicembre - ma a che velocità viaggeranno? La resistenza del vento, maggiore del previsto, rischia di rallentarli e minaccia di creare il caos nell’orario.

Invece dei previsti 200 chilometri all'ora, un fenomeno fisico apparentemente trascurato dai tecnici comporterà che i treni che attraversano il tunnel ferroviario più lungo del mondo, avranno una velocità massima di soli 160-180km/h, secondo un rapporto della NZZ am Sonntag.

Il problema sono le colonne d'aria. In uno spazio aperto questi flussi d'aria creati da ogni corpo in movimento possono facilmente sfuggire di lato o verso l'alto. Ma in un tunnel, non c'è molto spazio - in particolare nei 57 km del San Gottardo, che per motivi economici è stato costruito più stretto di quasi il 10% rispetto al tunnel del Lötschberg, per esempio.

Le colonne d'aria devono quindi essere spostate lungo entrambe le gallerie unidirezionali dai treni – il che richiede molta energia. "In questo caso i treni si comportano come i pistoni in una pompa di bicicletta", ha detto   un ingegnere alla NZZ am Sonntag.

Il problema è aggravato dai treni merci lenti, che utilizzano anche il tunnel, ma hanno una velocità massima di soli 100 km/h. Questi impiegano 41 minuti per percorrere il tunnel contro i 19 dei treni passeggeri.

Logistica

In teoria, l’orario del San Gottardo è dal punto di vista logistico valido. Il più delle volte cinque treni viaggiano in ciascuna direzione: due treni merci viaggiano molto vicini tra loro, un treno passeggeri e altri due treni merci. Il treno passeggeri più veloce entra nel tunnel appena davanti a due treni merci, raggiunge i due treni merci davanti a sé e lascia il tunnel appena dietro di loro. Questo sistema, che ha un ritmo di 30 minuti, si inserisce perfettamente nell’orario programmato della Svizzera.

In pratica, tuttavia, i quattro treni merci rallentano il pacchetto aria in movimento da 100 km/h della differenza tra le velocità dei treni.

Sulla base di corse di prova non rappresentative, i tecnici ritengono che la velocità massima dei treni passeggeri verrà ridotta del 10% -20%. Un test con più corse prova, che sarà quindi tecnicamente rappresentativo, è previsto per lunedì.

Se i tempi più lenti saranno confermati, l’orario dovrà essere riscritto a meno di 100 giorni dall’arrivo dei primi passeggeri.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia