Giornata di demolendi "pesanti" quella di ieri. 

Da Savona è partito alla volta di San Giuseppe di Cairo un convoglio trainato dalla E.655.551 ex RFI che oltre a quattro vetture aveva con sé anche la D.345.1065 che è una Sofer datata 1975 che quindi chiude la carriera ancora in livrea originale dopo 45 anni di onorato servizio.

Come se non fosse sufficiente da Milano Greco Pirelli hanno mosso contestualmente per la medesima destinazione con tappa a Savona anche due "Tartaruga" ormai ferme da tempo nello scalo meneghino. 

In questo caso la locomotiva titolare era un'altra E.444R, la .009 (Casaralta-Alce 1971, Riqualificata nel 1992) che dietro di sé aveva invece la E.444R.015 e la E.444R.067 e quattro vetture in livrea Intercity Notte.

Andando come sempre a fornire qualche dato nella banalità più completa, aggiungiamo che la prima è una Casaralta-Ocren del 1970 Riqualificata nel 1993 mentre la seconda è una Casaralta-Asgen del 1974 Riqualificata nel 1995.

Di quest'ultima ricordiamo, secondo quanto riportato dal Patelli/Mezzetti, il battesimo di consegna alle FS a cura dell'Onorevole Walter Veltroni e la doppia trazione in compagnia della E.444R.110 per il viaggio del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi il 16 novembre 2000.

Con queste ulteriori demolizioni decresce ancora il numero di rotabili appartenenti alle "storiche" Ferrovie dello Stato sui nostri binari. Un segno tangibile del tempo che sta inesorabilmente scorrendo.

Foto nell'ordine di Iacopo Grappiolo, Giacomo Rossi e Alberto Catona. Video di Carmelo Mulé.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia