Nella stazione di Grosseto il traffico ferroviario è gestito e controllato con sistemi e tecnologie informatiche di ultima generazione.

Nel fine settimana, infatti, è stato attivato il nuovo Apparato Centrale Computerizzato (ACC), che ha sostituito la precedente tecnologia elettromeccanica operativa dagli anni ’60.

L'ACC opera secondo una visione di sistema e consente agli operatori, sfruttando le potenzialità offerte dall'elettronica di ultima generazione e alla tecnologia informatica, una più efficace gestione della circolazione ferroviaria e una migliore operatività nella gestione delle criticità, con un incremento della qualità e degli standard di regolarità e puntualità; una maggiore capacità di traffico; e un miglioramento dell’affidabilità dei sistemi di stazione (binari, scambi, segnali, linea di alimentazione elettrica dei treni) grazie all’ottimizzazione dei processi di manutenzione con la diagnostica predittiva e alla riduzione dei tempi d’intervento delle squadre tecniche, in caso di guasti o anomalie.

L’impianto sarà completamente integrato nel Sistema di Comando e Controllo (SCC) della direttrice Tirrenica della Toscana, gestito dal posto centrale di Pisa, consentendo una maggiore sinergia nella gestione e regolazione del traffico all’interno di una vera e propria “torre di controllo” ferroviaria.

 

Tutto questo con un miglior rapporto fra costi di gestione e prestazioni: miglioramento della qualità dell’offerta di infrastruttura e maggiore efficienza nel processo di manutenzione.

L’investimento complessivo, comprensivo delle opere di attrezzaggio tecnologico della stazione, è stato di circa 15 milioni di euro.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia