Si festeggiano oggi, 19 luglio 2016, i 110 anni della Ferrovia Transalpina che da Jesenice, in Slovenia, raggiunge Trieste.

La linea fu realizzata nell'ambito della costruzione della ferrovia Transalpina, un complesso di ferrovie costruite dalle Ferrovie imperiali dello stato austriaco allo scopo di costituire un collegamento alternativo al percorso della linea Meridionale, gestita dalla società privata Südbahn.

La costruzione della linea fu approvata per legge il 6 giugno 1901 e i lavori furono avviati nelle settimane seguenti con l'inaugurazione alla presenza dell'erede al trono austroungarico Arciduca Francesco Ferdinando.

Il valico di confine è posto presso Monrupino e la linea è lunga 144 chilometri ed è binario semplice a trazione termica.

Attualmente la ferrovia è percorsa da treni regionali nella tratta slovena ma anche da treni merci affidati alle potenti e imponenti locomotive appartenenti ai Gruppi 644 e 664.

Una particolarità della linea è costituita dai cosiddetti "Autovlak" ossia i "Treni auto". Si tratta di convogli giornalieri che si occupano di trasportare passeggeri ed automobili dalle stazioni di Bohinjska Bistrica a Podbrdo e viceversa bypassando il lungo e tortuoso sentiero di valico altrimenti necessario. La galleria attraversata, chiamata in italiano "Piedicolle", era il confine tra Jugoslavia e Italia tra il 1919 ed il 1947.

Questi convogli sono effettuati con le medesime locomotive usate per i treni merci ma hanno in composizione dei carri bassi per le auto e una vettura per i passeggeri che possono tuttavia percorrere il tragitto anche a bordo del proprio automezzo.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia