Le voci di qualche settimana fa erano purtroppo fondate.

Nella giornata di ieri la E.402.003 da tempo ferma a Venezia Mestre, è stata trasferita a Savona.

Il convoglio, composto dalla E.402B.107, dalla stessa E.402.003 e da due vetture Thellò utilizzate per massa frenata, è partito ieri notte ed è destinato a giungere in serata in Liguria.

Da Savona dovrebbe quindi partire già domani mattina per San Giuseppe di Cairo dove a meno di clamorosi interventi dei quali però non abbiamo alcuna notizia, la macchina prototipo dovrebbe essere smantellata.

Volendo vedere il bicchiere mezzo pieno c'è da dire che è già una buona notizia che dei cinque prototipi E.402.001÷005 si sia salvata ufficialmente proprio quest'ultima. Volendo invece vederlo mezzo vuoto resta il rammarico perché forse a livello statico si poteva salvare anche questa .003, magari destinandola ad un altro museo ferroviario.

Può sembrare un vezzo, ma in effetti queste macchine hanno rappresentato un bel salto di qualità nella trazione pesante delle FS e forse avrebbero meritato ancora più attenzione. Quel che è certo è che se ne va un altro pezzo della storia delle Ferrovie dello Stato ma che stavolta, per fortuna, rimarrà sotto la forma della E.402.005.

Foto di Ivan Ferraro   

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia