Una velocità di due chilometri all'ora sopra il limite ha fatto scattare il sistema di blocco di sicurezza, fermando il treno bruscamente. 

Come riporta il Corriere della Sera, è stata una frenata improvvisa a far scattare le polemiche (ed anche un indagine).
Un'inchiodata, per usare un termine automobilistico, che ha fatto cadere a terra numerosi passeggeri provocando nove i contusi, tra cui due bambini di 1 e 8 anni e una donna di 70.

L'ultimo caso è avvenuto sabato pomeriggio sulla linea rossa della metropolitana milanese.

Purtroppo però, si è trattato di un caso tutt'altro che isolato.

Appena lunedì a Loreto, quindi sulla linea verde, un altro episodio.

In totale, si sono contati cinquanta episodi in un anno e mezzo.

Una situazione che ha destato polemiche ed anche un'indagine della Procura che ha sequestrato due treni.

Sotto la lente c'è il sistema che gestisce la circolazione in metropolitana che non "capirebbe" bene le frenate corrette del macchinista, scambiandole per errori umani.
In praticamente tutti i casi, invece, i macchinisti hanno operato secondo normativa e non facendo errori di sorta.

I vertici ATM si dicono ottimisti e pronti a "raffinare" i sensori, in modo da eliminare i falsi allarmi e far intervenire il sistema di blocco solo in casi di reale emergenza.

 Nel frattempo, cari passeggeri, tenetevi forte forte.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.