L'avventura low cost intercontinentale di Norwegian partirà ufficialmente domani pomeriggio, 9 novembre, da Roma verso gli Stati Uniti.

La compagnia emergente in Europa, terzo vettore a basso costo dopo Ryanair e easyJet, prova a espandere il network con i voli a lungo raggio, allestendo una base a Fiumicino impegnata anche su quelli a medio. Questo primo approccio precede di poco il lancio delle tratte da Roma per Los Angeles dall'11 novembre e per San Francisco-Oakland dal 6 febbraio prossimo. Inferiore ai 380 euro andata e ritorno e minore di 890 in classe "premium" il costo dei biglietti che diventano davvero alla portata di molti. 

Quello che finora non è riuscito a Ryanair è possibile per Norwegian grazie ad un vantaggio che la compagnia condivide con easyJet, l'aver siglato un contratto di lavoro con i sindacati italiani di piloti e assistenti di volo oltre al fatto di aderire a tutte le normative sul welfare e contribuzione in vigore nel nostro Paese.

Norwegian può attualmente contare su 26 basi nel continente oltre a quella di Fiumicino con un parco di 141 aerei, di cui 123 Boeing 737-8 e 18 Boeing 787 Dreamliner a cui seguiranno, nei prossimi anni, almeno 233 nuovi mezzi che costituiscono il più grande ordine di acquisto nella storia del mercato aereo europeo.

Nella base di Roma è operativo un Dreamliner che, nel prossimo febbraio, verrà affiancato da un modello analogo che permetterà di estendere il calendario voli verso gli USA con collegamenti giornalieri verso New York–Newark, trisettimanali verso Los Angeles e bisettimanali per Oakland-San Francisco.

Foto di Biggerben - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=18838775

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.