Rispettando la scadenza del prossimo 2 ottobre Ryanair "presenterà un’offerta vincolante" per acquistare Alitalia, ma solo relativamente all'asset che riguarda il "lungo raggio".

Queste le dichiarazioni di Michael O’Leary, CEO della compagnia low cost irlandese. "Abbiamo inviato la manifestazione di interesse" che scadeva il 15 settembre e "parteciperemo alla proposta vincolante" che scade il 2 ottobre, ha spiegato O’Leary.

Non è la prima volta che Ryanair conferma di essere interessata ad Alitalia, anche se solo per una parte degli asset, al contrario del Governo che vorrebbe vendere la compagnia intera e non procedere allo spezzatino. Di diverso parere O’Leary che spiega: "ci può essere un futuro molto positivo per il lungo raggio di Alitalia. Il nostro focus è sul lungo raggio che è il vero core business di Alitalia e ha un grande potenziale. Noi siamo interessati, continueremo e invieremo entro fine settembre la nostra proposta vincolante ai commissari".

Il numero uno della compagnia low cost è conscio del fatto che l'operazione non necessariamente andrà in porto ma che nel caso ci potranno essere vantaggi per "il lungo raggio e per l’occupazione". In ogni caso, al di là del compratore, "serve una ristrutturazione", ha spiegato il manager che ha ribadito che l'offerta è per una novantina di aerei compresi slot, dipendenti e manutezione.

Parlando dei progetti futuri nel caso dovesse andare in porto la sua offerta, O'Leary ha detto che Alitalia non diventerà una divisione della compagnia irlandese ma continuerà a competere con Ryanair.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.