Certi stereotipi sono duri a morire, evidentemente.

"Per un assaggio autentico della vivace vita italiana, niente di meglio della Calabria. Questa regione soffre di un’evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti”.

Questa la quantomeno infelice frase che si legge in quella che dovrebbe essere la pagina promozionale della Calabria sul sito ufficiale della compagnia aerea low cost britannica EasyJet. 
Una frase tutt’altro che lusinghiera che ha inevitabilmente scatenato polemiche ed è stata condannata anche dal ministro per il Sud Giuseppe Provenzano che in un post pubblicato su Twitter ha invitato la compagnia a scusarsi. “Easyjet chieda scusa, alla Calabria e all’Italia. Non c’è altro da aggiungere”, ha scritto.

Scuse che ovviamente non hanno tardato ad arrivare: “EasyJet si scusa apertamente con tutti i calabresi e la Regione Calabria per la descrizione contenuta nella scheda informativa all’interno del sito. L’intento originale del testo era sottolineare quanto la Calabria sia sottovalutata all’estero da un punto di vista turistico”, ha rettificato la compagnia britannica in una nota.

La Calabria “è una terra per noi molto importante, che amiamo e che promuoviamo da sempre con numerosi voli su Lamezia Terme. Ne è una dimostrazione anche il fatto che il primo volo del 15 giugno – che coincide con il ripristino delle operazioni post lockdown – è stato quello verso l’aeroporto di Lamezia Terme. Abbiamo provveduto immediatamente a rimuovere il testo in questione e avviato un’indagine interna per capire l’accaduto e fare in modo che non accada mai più”.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.