Sembrerebbe profilarsi un nuovo sito per il nuovo Stadio della Roma, un sito che vede un cambiamento notevole nella ferrovia d'appoggio.

Qualora infatti la soluzione Tor di Valle non dovesse trovare realizzazione, si prospetterebbe l’ipotesi di costruire la struttura nel comune di Fiumicino. Da quelle parti infatti spazio e convenienze per costruire il nuovo stadio ci sarebbero tutte, a cominciare dalle infrastrutture di collegamento che ci sono già: l’autostrada e la ferrovia sono già ben rodate e in funzione.

Nei giorni scorsi emissari della AS Roma sono andati a fare una “scampagnata” molto interessata su terreni di proprietà del costruttore Caltagirone lungo la Roma-Fiumicino. Aree già edificabili, già dotate di collegamenti viari e ferroviari, sia i treni per Roma che quelli da Orte della FL1 e tutte ricadenti sul comune di Fiumicino.

Le aree passate al setaccio sono appena dopo le ultime case di Ponte Galeria, nei terreni compresi tra l’autostrada per l’aeroporto e il Tevere. Aree edificabili fin dal piano regolatore del ’62, per insediamenti industriali e produttivi.

Il municipio romano dove dovrebbe sorgere lo stadio ha votato contro l’opera, bocciandone il suo pubblico interesse.
Qui invece si cambierebbe sindaco e amministrazione, l’iter dipenderebbe dalla giunta e dal primo cittadino di Fiumicino Esterino Montino. Per un possibile via libera è indispensabile il suo sostegno deciso e fattivo. E qualche tecnico azzarda anche previsioni: se l’affare si chiudesse, in due mesi si potrebbero aprire i cantieri.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia