Era stato arrestato dalla Polfer lo scorso 15 maggio, per il furto di un radiatore e di una ventola di raffreddamento di un Frecciarossa.

Per questo era stato condannato a 8 mesi di reclusione e 200 euro di multa, nonché all’obbligo di presentazione alla P.G.
Ieri sera un l’uomo, un cittadino della Guinea, è tornato nell’impianto ferroviario di Napoli Traccia per rubare ancora, insieme ad un complice, un cittadino del Senegal, ai domiciliari per possesso di stupefacenti.

I due stranieri sono stati sorpresi nell’area dedicata alla manutenzione dei convogli, intenti ad armeggiare vicino ai treni in sosta.

Gli uomini di Protezione Aziendale di RFI addetti alla vigilanza, hanno immediatamente allertato la sala operativa della Polfer che ha inviato una pattuglia.
I poliziotti intervenuti hanno così colto in flagrante i due extracomunitari, entrambi irregolari sul territorio nazionale che, dopo aver rubato il serbatoio dell’olio adibito al raffreddamento dell’aria di un Frecciarossa e altri raccordi e accessori metallici, tentavano di allontanarsi.

I due sono stati tratti in arresto per furto aggravato e condotti negli uffici della Polfer per gli adempimenti previsti.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia