Circolazione a rilento sulla tratta tra Faenza e Forlì a seguito di investimento all’altezza della stazione di Faenza.

L’episodio è avvenuto questa mattina poco dopo le 9.30, quando un uomo è stato investito dal treno regionale veloce 11528 proveniente da Ancona e diretto a Piacenza.

Il macchinista non ha potuto fare nulla per evitare l’impatto e la persona è deceduta sul colpo. Sul posto sono immediatamente arrivati gli uomini della Polfer e i soccorsi del 118, che non hanno potuto far altro che constatare il decesso della vittima.

La circolazione dei treni è stata sospesa dalle 9.40 fino alle 10.30 tra le stazioni di Faenza e Forlì in attesa della rimozione del cadavere e dei rilievi dell’Autorità giudiziaria.

E’ stato attivato un servizio di bus sostitutivi e alcuni treni sono stati deviati sulla linea di Ravenna. Intorno alle 10.30 la circolazione dei treni tra Faenza e Forlì è ripartita su un binario solo a velocità ridotta.

I treni a lunga percorrenza coinvolti sono stati Frecciabianca 8803 (con un ritardo di circa 55 minuti), Frecciabianca 8810 (con un ritardo di circa 25 minuti), Intercity 604 (con un ritardo di circa 55 minuti) e Intercity 605 (con un ritardo di circa 50 minuti).

Interessati anche quattro convogli a lunga percorrenza e uno regionale, con ritardi fino a 50 minuti; un regionale è stato deviato via Ravenna, uno cancellato e due limitati nel percorso.

Il Regionale 11528 è stato autorizzato dopo circa 70 minuti all’ingresso nella stazione di Faenza da dove i passeggeri hanno proseguito il viaggio con altri treni. Potenziata l’assistenza alle persone in viaggio, in particolare a Bologna, Rimini e Faenza. Distribuiti circa 500 kit con generi di conforto. Dalle 11.15 la circolazione è tornata regolare.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia