È previsto anche a giugno il Bonus di Trenord per i pendolari che usufruiscono quotidianamente delle direttrici che nel mese di marzo hanno registrato più ritardi e soppressioni.

Le linee più critiche, quelle che non hanno rispettato lo standard di affidabilità previsto dal contratto di servizio, sono cinque.
Tra queste, la Chiasso-Como-Monza-Milano, la peggiore a livello regionale per ritardi, cancellazioni e di conseguenza disagi causati ai pendolari.

Lo standard minimo è del 5%, la linea Chiasso-Como-Milano a marzo ha registrato un indice del 7,14%, come emerge dal report dell’indice di affidabilità relativo allo scorso mese di marzo per le linee di Trenord.
Le altre linee che prevedono uno sconto per il mese di giugno sono: Lecco-Bergamo-Brescia; SeregnoCarnate; VeronaBresciaTreviglioMilano; BresciaPiadenaParma.

I viaggiatori abbonati a queste linee potranno quindi acquistare il mensile di giugno con lo sconto del 30%, oppure, nel caso di abbonamenti annuali, richiedere il bonus alla scadenza della validità del proprio ticket.

Sulla S11 Como-Milano, solo nel mese di marzo scorso, i treni che hanno viaggiato in orario sono stati 373, quelli soppressi 55, mentre in ritardo oltre mille convogli. Soltanto un treno su cinque ha viaggiato in orario, e i minuti di ritardo sono stati complessivamente 8757.

“La Chiasso-Como-Monza-Milano è la peggiore a livello regionale. Eppure, a meno di un mese dall’entrata in vigore del nuovo orario estivo del servizio ferroviario regionale, la Regione non ha ancora convocato le riunioni dei quattro quadranti territoriali in cui è suddivisa la Lombardia, a cui partecipano enti locali e rappresentanti dei pendolari” ha detto Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia