PKP Intercity ha ufficialmente accettato l'offerta di Pesa per la modernizzazione di quattordici unità ED74 per un valore di 274,8 milioni di zloty.

Si tratta delle sfortunate automotrici in servizio dal 2007 che hanno sin da subito manifestato problemi con i sedili, talmente scomodi da poter essere utilizzate solo per percorsi inferiori alle due ore.

Solo il gruppo Pesa ha presentato un'offerta nella gara d'appalto per la riparazione e l'ammodernamento delle EMU che nell'ottobre 2017 è stato deciso di rimettere in servizio per il traffico regolare dopo anni di accantonamento che le hanno quasi rese inutilizzabili.

Il budget iniziale per la riqualificazione era di 247,1 milioni di zloty ma lo scorso 9 maggio la compagnia ha accettato l'offerta, il che significa che il budget è stato aumentato.

I mezzi subiranno grandi cambiamenti e l'appaltatore avrà quattro anni per completarli tutti e quattordici. Secondo le informazioni raccolte, l'accordo prevede la consegna dei primi due treni entro 24 mesi dalla firma del contratto. Poi ci sarà un anno e mezzo di servizio "sotto osservazione" e solo successivamente si provvederà a lavorare sul resto dei convogli.

"Non vogliamo ripetere il peccato originale fatto a suo tempo, con i convogli che direttamente passano dal tavolo della progettazione all'esercizio regolare. I nuovi treni saranno ordinati in modo tale che dopo la progettazione ci saranno due anni di osservazione per trarre conclusioni dalle prove e quindi avviare la produzione in serie" ha detto il presidente di PKP SA, Krzysztof Mamiński.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia