A partire dal prossimo dicembre le FFS espanderanno la loro offerta per l’estero.

I treni TGV viaggeranno infatti più spesso verso Parigi, mentre nel 2020 sono previsti anche treni diretti per Genova e per Bologna. Si tratta di iniziative indispensabili dal momento che  le Ferrovie lo scorso anno hanno perso viaggiatori internazionali.

Lo confermano i dati della Confederazione che parlano di un -4% generalizzato a fronte della crescita dei i voli aerei per Germania (0,7%) e Italia (+6,5%).

Sul motivo di questa disaffezione ha le idee chiare Babette Sigg del Konsumenteforum: “Costano troppo e spesso e volentieri si tratta di titoli di viaggio difficili da prenotare”.

Le FFS però danno però un quadro diverso: dal 2016 la tendenza è positiva, il calo del 2018 sarebbe dovuto ai 39 giorni di sciopero in Francia. Inoltre l’offerta su Monaco è stata ridotta per lavori che sono ormai ultimati.

I piani per il futuro prevedono più biglietti risparmio, più spazi e più comfort. E il resto lo farà - secondo l’azienda – l’amore per la sostenibilità: “Nei prossimi anni riteniamo che questo tema influenzerà sempre di più la scelta del mezzo di trasporto”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia